12 milioni e mezzo per aiutare l’agricoltura sostenibile in montagna

Aiutare l’agricoltura sostenibile in montagna evitando l’abbandono dei territori montani e destinare nuovi fondi alla formazione professionale forestale in Piemonte. Sono gli obiettivi di due delibere approvate oggi dalla Giunta regionale, nell’ambito del Piano di sviluppo rurale 2014 – 2020. La delibera sull’indennità compensativa per gli agricoltori nei territori montani prevede uno stanziamento di 12 milioni di euro, Ripartiti tra Feasr, Stato e Regione. “Con questo provvedimento – ha detto l’assessore allo Sviluppo della Montagna, Alberto Valmaggia –  ci proponiamo di incentivare l’uso continuativo delle superfici agricole, la cura dello spazio naturale, il mantenimento e la promozione di sistemi di produzione agricola sostenibili e, di conseguenza, di contrastare l’abbandono del territorio montano”. Le indennità a favore degli agricoltori operanti nelle zone montane sono erogate annualmente per ettaro di superficie agricola per compensare, in tutto o in parte, i costi aggiuntivi e il mancato guadagno dovuti ai vincoli cui è soggetta la produzione agricola nella zona interessata. Il contributo assume la forma di premio erogato ad ettaro e differenziato per: classe di svantaggio delle superfici agricole (basso, medio, alto, derivante da quota e pendenza dei versanti); sistema agricolo e tipologia di coltura (coltivazioni legnose, seminativi, prati e pascoli).  Per ogni particella, in base alla classe di svantaggio e al sistema agricolo in cui ricade, è determinato il premio. La superficie massima ammessa a premio è di 100 ettari, con una riduzione progressiva dell’aiuto per superfici oltre i 20 ettari. All’approvazione della delibera seguirà la predisposizione e pubblicazione del bando, che consentirà alle aziende agricole di presentare la domanda di contributo entro il termine, stabilito dall’Ue, del 15 maggio 2018.  La delibera relativa all’integrazione della disponibilità finanziaria per la formazione professionale forestale stabilisce un’aggiunta di 467.000 euro che consentirà lo scorrimento della graduatoria del bando 2016.

scroll to top