Firmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale degli operai forestali

Siglato questa mattina l’accordo preliminare tra l’Assessore regionale alle Foreste, Alberto Valmaggia, e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, CGIL, CISL e UIL, con il quale verrà rinnovato il contratto integrativo degli addetti forestali.

Già nei mesi scorsi la Giunta regionale aveva deliberato per il rinnovo della dotazione organica degli operai addetti alla sistemazione e manutenzione idraulico-forestale, alla difesa del suolo, all’imboschimento, nonché alla valorizzazione ambientale e paesaggistica del territorio piemontese.

Oggi, ai 471 operai forestali (di cui 237 assunti a tempo indeterminato e 198 a tempo determinato) saranno riconosciuti i diritti e i doveri afferenti al nuovo contratto decentrato. Il testo, oltre a vedere riformulati i principali istituti di tutela lavorativa e di rappresentanza sindacale, riconosce le indennità spettanti alla professionalità messa in campo, nonché i nuovi importi maggiorati relativi al salario integrativo regionale. “Si tratta di un atto che riveste grande valore non solamente in termini pratici– afferma Alberto Valmaggia, assessore alle Foreste della Regione Piemonte – Il nuovo contratto integrativo regionale arriva infatti a conclusione di un lungo percorso condiviso con le parti sindacali, che ha avuto il suo fulcro nel riconoscimento dell’importanza che questa figura professionale riveste per la tutela e la salvaguardia del territorio piemontese”.Il documento verrà a breve ratificato dalla Giunta regionale al fine di consentire la sua piena entrata in vigore.

scroll to top