Il Movicentro di Cuneo con farmacia e uffici Acli

Il viceministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Andrea Olivero, ha visitato l’area del Movicentro di Cuneo, in piazzale della Libertà, nella zona della Stazione ferroviaria. In particolare, l’attenzione si è concentrata sui due locali del complesso, rimasti vuoti per anni, ma ora occupati: la quinta farmacia comunale, inaugurata nel giugno 2016, e l’ufficio di zona delle Acli, aperto a dicembre sempre dello scorso anno. L’amministratore unico della società “Farmacie Comunali di Cuneo”, Gianpiero Conte, ha illustrato le ragioni della scelta. “Oltre ad ampliare le prestazioni offerte dalle farmacie comunali – ha affermato – insieme agli uffici delle Acli abbiamo l’obiettivo di rivitalizzare questa zona, contribuendo a migliorarne i servizi e la sicurezza”.
I vertici provinciali delle Acli, rappresentati dal presidente Marco Didier, e dai vice, Elio Lingua e Paolo Giordano, hanno spiegato che, nello spazio di un’ottantina di metri quadrati, la loro organizzazione integrerà il lavoro svolto nella sede di piazza Virginio: oltre all’accoglienza, le pratiche di patronato, le assistenziali (Inps e Inail), le fiscali (730 e Isee) e quelle relative al turismo. “Lo spazio – hanno sottolineato – è facilmente accessibile e consente di far conoscere ancora di più le attività della nostra associazione”.
Il viceministro Olivero, che, prima di essere stato eletto senatore nel 2013, è stato presidente provinciale e, poi, nazionale, delle Acli, ha manifestato la propria soddisfazione per l’utilizzo dei locali. “Si tratta – ha detto – di un modo intelligente e concreto di mettere a disposizione dei cittadini, in una parte centrale e comoda di Cuneo, un’offerta ampia di servizi essenziali di prima necessità e di assistenza. Dalla scelta non potranno che scaturire vantaggi per l’intera area della Stazione”.

scroll to top