News dal territorio
Monviso in Movimento riparte dai giovani con uno sguardo attento…Alberto Valmaggia: “E’ stata una bella e coinvolgente esperienza”Alberto Valmaggia: “Nel 2014 abbiamo ereditato un ente sull’orlo del…Federico Borgna si schiera con Sergio Chiamparino e sostiene la…1 milione di euro per il rinnovo dei veicoli inquinanti…L’Assessore Alberto Valmaggia: “La provincia di Cuneo, modello virtuoso nella…Federico Borgna: “Il 26 maggio diciamo due sì, uno alla…Andrea Olivero sostiene la Lista Chiamparino per il Piemonte del…“Non dobbiamo tornare indietro, ma andare avanti”Piemonte 1° in Italia nella gestione dei fondi della Cooperazione…“Una montagna di opportunità” a Paesana con la lista Chiamparino…A Roma con gli assessori delle Regioni del Bacino Padano3 milioni di euro di contributo per la stesura dei…Nuovo contratto dei Forestali della Regione: soddisfazione da parte dei…2 milioni e 400 mila euro di nuove risorse per…Approvato il piano straordinario di interventi di ripristino del territorioOltre 17 milioni di euro dalla Regione per garantire il…Nuove risorse della Regione ai Vigili del Fuoco VolontariCampeggio libero, per la prossima stagione estiva non cambierà nullaC’è la nuova legge regionale per la MontagnaÈ pronta la Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì”Approvati i criteri per l’assegnazione di contributi per l’efficientamento energetico…Enrico Tesio candidato della lista “Chiamparino per il Piemonte del…Valeria Anfosso candidata per la Lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvata la nuova Legge in materia di tutela, valorizzazione e…Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieAppello al voto: Domenica 26 maggio scegli di dire SìValeria Anfosso, candidata della lista “Chiamparino per il Piemonte del…

Il sostegno della Regione alle aziende agricole montane

E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte del 12 aprile (http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2018/15/attach/dda1800000977_1040.pdf) il bando della campagna 2018 che, seguendo i criteri stabiliti dalla delibera approvata dalla Giunta Chiamparino, su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, ha aperto la gara per ottenere l’indennità compensativa riguardante le zone montane. In sostanza, sono risorse previste dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 (Misura 13-Operazione 13.1.1) grazie alle quali vengono aiutate le aziende agricole nelle terre alte. Le indennità sono erogate ogni anno per ettaro di superficie utilizzata dagli imprenditori del settore. Obiettivo? Compensare, in tutto o in parte, i costi aggiuntivi sostenuti e i mancati guadagni dovuti ai vincoli e ai problemi legati alle produzioni nelle zone montane in cui le attività sono insediate.

Il contributo viene erogato in base a due criteri: la classe di svantaggio delle superfici  che, a seconda dell’altitudine in cui si trovano e della pendenza dei versanti, può essere bassa, media, media-alta e alta; il sistema agricolo riferito alla gravità del vincolo che pregiudica le attività e al tipo di coltura (legno, seminativo, prati permanenti, pascoli). Il finanziamento per le aree sotto i 20 ettari è intero (100%); da 20 a 40 ettari si riduce al 70%; da 40 a 70 ettari al 40%; da 70 a 100 ettari (massima superficie ammessa) al 10%. Un taglio del contributo del 60% è previsto alle aziende di pianura che usano i terreni coltivati a pascolo per l’alpeggio, con il trasferimento del bestiame nella stagione estiva. Nel 2018, per l’indennità compensativa, sono stati stanziati 12 milioni di euro. Le richieste, come prevede l’Unione Europea, vanno presentate entro il prossimo 15 maggio. Per informazioni si può contattare il Settore Sviluppo della Montagna e Cooperazione Transfrontaliera-sede di Cuneo all’indirizzo mail montagna@regione.piemonte.it oppure collegarsi al sito http://www.regione.piemonte.it/agri/psr2014_20/index.htm

“Attraverso questo provvedimento – sottolinea l’assessore allo Sviluppo della Montagna, Alberto Valmaggia – ci proponiamo di incentivare l’uso continuativo delle superfici agricole nelle terre alte, la cura dello spazio naturale e il mantenimento e la promozione dei sistemi di produzione sostenibili. In modo da contrastare e ridurre l’abbandono dei territori. Il già consistente importo reso disponibile potrebbe essere ancora incrementato in base alle domande che arriveranno”. Lo scorso anno sono giunte in Regione 7580 domande, tutte finanziate, per un importo impegnato di 17milioni e 500mila euro

scroll to top