News dal territorio
Monviso in Movimento riparte dai giovani con uno sguardo attento…Alberto Valmaggia: “E’ stata una bella e coinvolgente esperienza”Alberto Valmaggia: “Nel 2014 abbiamo ereditato un ente sull’orlo del…Federico Borgna si schiera con Sergio Chiamparino e sostiene la…1 milione di euro per il rinnovo dei veicoli inquinanti…L’Assessore Alberto Valmaggia: “La provincia di Cuneo, modello virtuoso nella…Federico Borgna: “Il 26 maggio diciamo due sì, uno alla…Andrea Olivero sostiene la Lista Chiamparino per il Piemonte del…“Non dobbiamo tornare indietro, ma andare avanti”Piemonte 1° in Italia nella gestione dei fondi della Cooperazione…“Una montagna di opportunità” a Paesana con la lista Chiamparino…A Roma con gli assessori delle Regioni del Bacino Padano3 milioni di euro di contributo per la stesura dei…Nuovo contratto dei Forestali della Regione: soddisfazione da parte dei…2 milioni e 400 mila euro di nuove risorse per…Approvato il piano straordinario di interventi di ripristino del territorioOltre 17 milioni di euro dalla Regione per garantire il…Nuove risorse della Regione ai Vigili del Fuoco VolontariCampeggio libero, per la prossima stagione estiva non cambierà nullaC’è la nuova legge regionale per la MontagnaÈ pronta la Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì”Approvati i criteri per l’assegnazione di contributi per l’efficientamento energetico…Enrico Tesio candidato della lista “Chiamparino per il Piemonte del…Valeria Anfosso candidata per la Lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvata la nuova Legge in materia di tutela, valorizzazione e…Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieAppello al voto: Domenica 26 maggio scegli di dire SìValeria Anfosso, candidata della lista “Chiamparino per il Piemonte del…

La Giunta Regionale adotta la proposta al Consiglio del piano di tutela delle acque

Valmaggia: “Con l’adozione del PTA la Giunta ha portato a termine un lavoro indispensabile per la tutela delle nostre acque”.

Adottata dalla Giunta regionale la proposta al Consiglio del nuovo Piano di Tutela delle Acque, il documento di pianificazione delle misure necessarie alla tutela delle risorse idriche, finalizzate a garantire il raggiungimento o il mantenimento degli obiettivi di qualità dei corpi idrici. Il Piano, predisposto in attuazione della direttiva quadro acque 2000/60/CE e del decreto legislativo n. 152 del 2006, va a sostituire il precedente del 2007, e fa seguito alla redazione del secondo Piano di Gestione del distretto idrografico del fiume Po, predisposto in collaborazione con l’Autorità di Bacino distrettuale del fiume Po. Si tratta di uno strumento fondamentale per rafforzare la resilienza degli ambienti acquatici e degli ecosistemi connessi e per affrontare gli effetti del cambiamento climatico, e che per tali ragioni ha visto, solamente nel mese di novembre scorso, l’approvazione di un parere motivato successivo allo svolgimento della procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS). Nello specifico, il nuovo PTA nasce in coerenza con il Piano Paesaggistico Regionale (quest’ultimo adottato dalla Giunta nell’ottobre del 2017); i contenuti salienti del Piano di Tutela delle acque sono riportati all’interno della sezione denominata “Norme di Piano”, che rappresenta anche i principali obiettivi del documento, alcuni dei quali qui riportati: monitoraggio e classificazione dei corpi idrici; obiettivi di qualità ambientale da perseguire; individuazione delle aree di specifica tutela; individuazione delle zone vulnerabili da nitrati di origine agricola; individuazione delle aree vulnerabili da prodotti fitosanitari; individuazione delle aree a elevata protezione; individuazione delle zone di protezione delle acque destinate al consumo umano; individuazione delle aree di salvaguardia delle acque minerali e termali; caratteristiche qualitativa e quantitativa degli scarichi; interventi di infrastrutturazione, progettazione e gestione degli impianti di depurazione; tutela delle aree di pertinenza dei corpi idrici; disciplina delle utilizzazioni agronomiche e uso sostenibile dei prodotti fitosanitari; tutela degli acquiferi profondi; deflusso ecologico e deflusso minimo vitale; riequilibrio del bilancio idrico misure per il risparmio idrico “Con l’adozione del nuovo Piano di Tutela delle Acque, la Giunta regionale ha fatto la sua parte per avvalersi di uno strumento fondamentale alla pianificazione delle politiche di tutela delle acque– afferma Alberto Valmaggia, assessore all’ambiente della Regione Piemonte – Si è concluso il lavoro tecnico preparatorio e la concertazione con i diversi portatori di interesse sviluppato nell’ultimo anno. L’iter di approvazione definitiva del Piano prevede oral’assegnazione del documento alla Commissione consiliare competente, perpoi approdare in aula consiliare per l’adozione definitiva”

scroll to top