Lo stato di allerta per gli incendi boschivi

Con una determinazione dirigenziale il Settore regionale Protezione Civile e Aib, dopo aver verificato l’evolversi della situazione meteorologica comunicata dall’Arpa e sentito il Corpo Forestale dello Stato, ha dichiarato l’apertura dello stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi sull’intero territorio del Piemonte. Il provvedimento entra in vigore domani, venerdì 30 dicembre 2016. Durante il periodo nel quale l’allerta rimane attiva, nelle aree a rischio sono vietate tutte le azioni che possono determinare anche solo potenzialmente l’innesco di un incendio. In particolare, è vietato accendere fuochi, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, utilizzare motori, fornelli o inceneritori che producano faville o brace, accendere fuochi d’artificio, fumare, disperdere mozziconi di sigarette o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiali vegetali combustibili e compiere, comunque, qualsiasi azione che possa produrre il divampare delle fiamme. Il termine dello stato di massima pericolosità sarà stabilito con una successiva determinazione dirigenziale, quando cesseranno le condizioni meteorologiche di rischio. Si invitano i cittadini ad approfondire le informazioni in merito ai divieti e alle sanzioni consultando la normativa in vigore: la Legge nazionale n. 353 del 2000 e quella regionale n. 21 del 2013.
“Il sistema operativo regionale – afferma l’assessore alla Protezione Civile e Aib, Alberto Valmaggia – è, come di consueto, pronto a intervenire nelle situazioni di criticità”.

scroll to top