Monviso in Movimento riparte dai giovani con uno sguardo attento alla politica nazionale ed europea

L’associazione politica Monviso in Movimento si è ritrovata per fare un bilancio delle Elezioni Europee, Regionali ed Amministrative. Dalla serata, a cui hanno partecipato aderenti rappresentativi di tutta la provincia di Cuneo, è emersa la chiara volontà di rilanciare un progetto civico, nell’ambito del centrosinistra, con un attenzione particolare all’evoluzione della politica nazionale dell’area moderata. ”Mettiamo a disposizione il nostro tempo ed esperienza per investire sul potenziamento della Rete civica regionale, sul progetto di Monviso Giovani e mantenendo i collegamenti con la Regione Piemonte costruita in questi anni – ha dichiarato il Presidente Alberto Valmaggia tracciando una guida ed un percorso -. La sede di Cuneo rimarrà aperta come momento di incontro e riflessione”.Il bilancio nei numerosi interventi è di luci ed ombre. Da un lato la soddisfazione perché le forze europeiste potranno mantenere saldamente il timone dell’Unione Europea come ha spiegato in un’interessante relazione Franco Chittolina, presidente di Apice, Associazione per l’incontro delle culture in Europa. Dall’altra la delusione per la sconfitta del Presidente Sergio Chiamparino alla guida del Piemonte e la mancata rielezione di Alberto Valmaggia nonostante le quasi 4600 preferenze e con i candidati della lista Franco Demaria, Valeria Anfosso, Silvano Valsania ed Enrico Tesio che hanno ottenuto delle buone affermazioni personali. La Lista civica  ha ottenuto complessivamente quasi il 6% (miglior risultato in percentuale tra le otto province) e risultando la quinta forza politica della Granda con oltre 15 mila voti. E’ anche emersa, in diversi interventi, la volontà politica di seguire con attenzione le evoluzioni nazionali cercando di fare sintesi di tante esperienze che nelle Europee e Regionali hanno scelto di competere autonomamente. “Un patrimonio – come hanno detto Federico Borgna Sindaco di Cuneo e Milva Rinaudo consigliera provinciale – da non disperdere ed una base importante da cui ripartire”.“La soddisfazione e lo stimolo per continuare il lavoro – ha concluso Valmaggia- è nella elezione, in alcuni Comuni, di tanti giovani che hanno frequentato le attività di Monviso in questi anni. Sarà proprio questo l’obiettivo principale, con uno sguardo attento all’Europa, su cui si concentreranno gli sforzi e le energie dell’Associazione”.   

scroll to top