News dal territorio
Nuovo contratto dei Forestali della Regione: soddisfazione da parte dei…2 milioni e 400 mila euro di nuove risorse per…Approvato il piano straordinario di interventi di ripristino del territorioOltre 17 milioni di euro dalla Regione per garantire il…Nuove risorse della Regione ai Vigili del Fuoco VolontariCampeggio libero, per la prossima stagione estiva non cambierà nullaC’è la nuova legge regionale per la MontagnaÈ pronta la Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì”Approvati i criteri per l’assegnazione di contributi per l’efficientamento energetico…Enrico Tesio candidato della lista “Chiamparino per il Piemonte del…Valeria Anfosso candidata per la Lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvata la nuova Legge in materia di tutela, valorizzazione e…Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieIl 24 aprile Chiamparino in tour in Alta Val Tanaro…

Pesticidi <br>sotto controllo

Come sollecitato dalle associazioni ambientaliste del Piemonte, la Giunta del presidente Chiamparino, su proposta degli assessori per l’Ambiente, Alberto Valmaggia, e per l’Agricoltura, Giorgio Ferrero, ha approvato il Codice di regolamentazione, sull’intero territorio regionale, dell’utilizzo dei pesticidi in agricoltura e dei prodotti fitosanitari in genere. Obiettivo? Limitarne l’uso, razionalizzandone e ottimizzandone l’impiego: soprattutto per quanto riguarda le misure inserite nei Piani di Sviluppo Rurale. In quale modo? Facendo ricorso a metodi basati sull’integrazione fra colture e mezzi chimici, biologici, biotecnici e meccanici. Inoltre, adottando attività di gestione più rispettose dell’equilibrio agro-geologico così da ridurre la dipendenza dalle sostanze chimiche. Il Codice suggerisce una scelta ragionata delle colture e delle varietà da inserire nell’avvicendamento dell’attività agricola, puntando al come preparare e gestire il terreno, al lavoro di fertilizzarlo e irrigarlo e all’opera di semina. “Un’indicazione – sottolinea l’assessore Valmaggia – che tende a sostituire le soluzioni di breve termine con strategie di medio e lungo periodo, grazie alle quali si considera il sistema colturale nel suo complesso”.
Poi, nel testo normativo c’è una sezione dedicata agli interventi diretti di lotta contro gli agenti infestanti: da quelli meccanici (erpicatura e sarchiatura) a quelli fisici (pacciamatura e pulizia delle macchine). A livello di interventi chimici, invece, viene riportato un vademecum per la scelta del prodotto, il periodo in cui utilizzarlo, le dosi e le condizioni di impiego. Infine, il Codice contiene le informazioni sulle attrezzature per la distribuzione dei diserbanti e dei fitosanitari. “Il provvedimento – conclude l’assessore Valmaggia – è molto importante per ridurre l’impatto dei pesticidi sull’ambiente, tutelando le risorse idriche e stabilendo quantità e margini di utilizzo dei prodotti chimici. In modo da rispettare l’ecosistema”.

scroll to top