News dal territorio
Monviso in Movimento riparte dai giovani con uno sguardo attento…Alberto Valmaggia: “E’ stata una bella e coinvolgente esperienza”Alberto Valmaggia: “Nel 2014 abbiamo ereditato un ente sull’orlo del…Federico Borgna si schiera con Sergio Chiamparino e sostiene la…1 milione di euro per il rinnovo dei veicoli inquinanti…L’Assessore Alberto Valmaggia: “La provincia di Cuneo, modello virtuoso nella…Federico Borgna: “Il 26 maggio diciamo due sì, uno alla…Andrea Olivero sostiene la Lista Chiamparino per il Piemonte del…“Non dobbiamo tornare indietro, ma andare avanti”Piemonte 1° in Italia nella gestione dei fondi della Cooperazione…“Una montagna di opportunità” a Paesana con la lista Chiamparino…A Roma con gli assessori delle Regioni del Bacino Padano3 milioni di euro di contributo per la stesura dei…Nuovo contratto dei Forestali della Regione: soddisfazione da parte dei…2 milioni e 400 mila euro di nuove risorse per…Approvato il piano straordinario di interventi di ripristino del territorioOltre 17 milioni di euro dalla Regione per garantire il…Nuove risorse della Regione ai Vigili del Fuoco VolontariCampeggio libero, per la prossima stagione estiva non cambierà nullaC’è la nuova legge regionale per la MontagnaÈ pronta la Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì”Approvati i criteri per l’assegnazione di contributi per l’efficientamento energetico…Enrico Tesio candidato della lista “Chiamparino per il Piemonte del…Valeria Anfosso candidata per la Lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvata la nuova Legge in materia di tutela, valorizzazione e…Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieAppello al voto: Domenica 26 maggio scegli di dire SìValeria Anfosso, candidata della lista “Chiamparino per il Piemonte del…

Piemonte 1° in Italia nella gestione dei fondi della Cooperazione Territoriale Europea

“La Provincia di Cuneo ancora una volta si dimostra attenta a cogliere le opportunità che i fondi provenienti dall’Unione Europea mettono a disposizione dei territori per portare avanti progetti di sviluppo che altrimenti sarebbero difficilmente realizzabili, in particolare nelle aree montane che necessitano maggiormente di sostegno”.

Così l’Assessore all’Ambiente della Regione Piemonte Alberto Valmaggia è intervenuto martedì 7 maggio alla Giornata di lancio del Piano Integrato Territoriale Pays Sages – Programma di Cooperazione Territoriale Europea Interreg Italia – Francia (Alcotra). Il programma transfrontaliero Alcotra riguarda i territori di confine con la Francia, nello specifico per il Piemonte, la provincia di Cuneo e Torino con risorse dedicate nel periodo 2014-2020 pari a 60 milioni di euro.

“Sfatiamo la fake news di chi dice che in Piemonte non vengono spesi i fondi europei, è il contrario – ha continuato Valmaggia -. I dati diffusi poche settimane fa dall’Agenzia per la Coesione territoriale parlano chiaro, la Regione Piemonte è la prima in Italia nella gestione dei fondi della Cooperazione Territoriale Europea e il 2019 sarà un anno fondamentale per iniziare a vedere i frutti e le ricadute positive sull’economia del territorio”.

Le risorse a disposizione nel settennato, pari a 60 milioni, hanno permesso l’avvio di 141 progetti, di cui 62 in provincia di Cuneo e 5 progetti territoriali, di cui 3 a Cuneo e 7 progetti tematici che coinvolgono tutto il territorio regionale. Diversi i settori coinvolti: sviluppo socio-economico, innovazione tecnologica, sociale e sanitario, energetico, trasporti, ambiente, cultura e turismo. Oltre 200 i partner coinvolti: dagli enti pubblici alle piccole e medie imprese, dagli Atenei ai centri di ricerca e ai poli di innovazione.

Presente alla giornata anche il Consigliere provinciale Milva Rinaudo: “Per la prima volta la Provincia di Cuneo ha ottenuto la regia di un progetto europeo di grande respiro che vede partner italiani e francesi impegnati a collaborare per valorizzare i rispettivi territori – ha sottolineato -. Un risultato importante che premia l’intenso lavoro che in questi mesi hanno portato avanti gli uffici provinciali e gli amministratori coinvolti, capaci di portare avanti progetti chemigliorano la qualità di vita delle comunità e che allo stesso favoriscono lo sviluppo sostenibile delle aree di confine e dei sistemi economici e sociali transfrontalieri. Ci auguriamo che questa sia solo la prima di una lunga serie di collaborazioni di questo livello”.

E proprio sulle programmazioni future è tornato anche l’Assessore Valmaggia: “Come Regione abbiamo lavorato coinvolgendo tutto il territorio, anche aree che non erano state interessate dalle programmazioni passate, per questo è fondamentale continuare ad impegnarci per far sì che questi fondi possano raggiungere il nostro territorio in modo specifico e mirato sulle necessità e le peculiarità delle nostre zone”.  

scroll to top