Prima infanzia, sport e inclusione, sviluppo urbano. Nuovi bandi da Regione, Fondazione Crc, Ue

REGIONE PIEMONTE

Finanziamento ai Comuni per il buono servizi prima infanzia –individua e definisce le modalità di presentazione da parte dei Comuni, in forma singola o associata, dell’istanza diretta all’assegnazione di Buoni per l’accesso alle seguenti tipologie di servizi educativi alla prima infanzia a titolarità comunale:

  • asili nido;
  • micro-nido;
  • sezioni primavera

Destinatari dei Buoni sono i minori e i relativi nuclei familiari di appartenenza con le seguenti caratteristiche:

  • residenti in Piemonte con un Indicatore di Situazione Economica Equivalente (ISEE) fino a € 15.000;
  • di età compresa fra i 3 e i 36 mesi iscritti (che abbiano già accettato il posto) ad un servizio educativo per la prima infanzia a titolarità comunale;
  • con iscrizione ad un servizio prima infanzia con tariffa mensile di valore uguale o superiore a 50 €.

Scade il 15 ottobre 2019.FONDAZIONE CRC

Bando Sport e Inclusione – Il bando sostiene la realizzazione di progetti di reale inclusione indirizzati a bambini e giovani di età compresa tra i 3 e i 25 anni, favorendo la partecipazione congiunta di soggetti fragili in contesti di normalità. Il bando vuole promuovere l’integrazione fra coetanei di più fasce di popolazione, per contrastare ogni forma di marginalità e discriminazione. 

Il budget a disposizione per il bando è di 175.000 euro. Il contributo massimo richiedibile è pari a 20.000 euro ed è richiesta una quota di cofinanziamento pari almeno al 20% del costo complessivo dell’iniziativa. 

I progetti dovranno prevedere obbligatoriamente la realizzazione di attività sportive, dovranno iniziare entro il mese di settembre 2020 e avere una durata massima di 18 mesi.

Scade il 18 novembre 2019.

Fondi UE 

Bando 2019 Urban Innovative Actions

Aperto l’ultimo bando Urban Innovative Actions, l’iniziativa UE per lo sviluppo urbano. L’iniziativa promuove lo sviluppo urbano negli Stati membri attraverso il finanziamento di soluzioni innovative a favore delle città europee. Il bando 2019 finanzia progetti relativi a 4 temi:

  • Qualità dell’aria
  • Economia circolare
  • Cambiamento demografico
  • Cultura e patrimonio culturale

Le proposte progettuali possono essere presentate da: 

  • qualsiasi autorità urbana di un’unità amministrativa locale definita, in base al grado di urbanizzazione, come grande città, città o periferia con una popolazione di almeno 50 mila abitanti;
  • qualsiasi associazione o gruppo di autorità urbane di unità amministrative locali definite, in base al grado di urbanizzazione, come grande città, città o periferia con una popolazione di almeno 50 mila abitanti.

Le risorse complessive ammontano a 50 milioni di euro. I progetti ammissibili riceveranno un cofinanziamento FESR massimo dell’80% dei costi ammissibili. Ciascun progetto potrà ricevere un contributo massimo di 5 milioni di euro.

Scade il 12 dicembre 2019.

scroll to top