Rifiuti, contributi regionali per la tariffa puntuale

Big containers for recycling waste sorting - plastic, glass, metal, paper

E’ stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione la determina dirigenziale che, seguendo i criteri fissati dalle delibere del 3 agosto 2017 e del 9 ottobre 2017 approvate dalla Giunta Chiamparino, su proposta dell’assessore all’Ambiente, Alberto Valmaggia, definisce il programma di finanziamento a favore dei 21 Consorzi di Bacino piemontesi che gestiscono i rifiuti urbani. In provincia di Cuneo sono quattro: il Consorzio Albese Braidese Servizi Rifiuti (Coabser) con sede ad Alba; l’Azienda Consortile Ecologica Monregalese (Acem) con sede a Ceva; il Consorzio Ecologico Cuneese (Cec) con sede a Cuneo e il Consorzio Servizi Ecologia Ambiente (Csea) con sede a Saluzzo. Per il triennio 2017-2019 sono stati stanziati 9.000.000 di euro con una prima tranche di risorse messe in campo di 1.565.431 euro. L’assessore all’Ambiente, Valmaggia: “Tra le opportunità finanziabili c’è quella della misurazione in peso o volume dell’indifferenziato per spronare i cittadini a separare il materiale determinando la tariffa in base al rifiuto prodotto. Quindi, chi fa meno rifiuto e differenzia meglio, paga di meno.”
scroll to top