Settecentomila euro alle Unioni Montane della provincia “Granda”

Attraverso una determinazione dirigenziale, il Settore Rapporti con le Autonomie Locali della Regione, recependo i criteri stabiliti dalla Giunta Chiamparino, su proposta del vicepresidente, Aldo Reschigna, ha elaborato la graduatoria riguardante i contributi 2016 per il sostegno alle Unioni di Comuni che hanno attuato la gestione di almeno due delle otto funzioni fondamentali indicate dal Bando scaduto lo scorso 11 novembre. Le funzioni previste sono: organizzazione generale dell’amministrazione, gestione finanziaria e contabile e controllo; pianificazione urbanistica ed edilizia di ambito comunale-partecipazione alla pianificazione territoriale di livello sovracomunale; edilizia scolastica, organizzazione e gestione dei servizi scolastici; organizzazione dei servizi pubblici di interesse generale di ambito comunale, compresi i servizi di trasporto pubblico comunale; progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini; polizia municipale e polizia amministrativa locale; attività, in ambito comunale, della di pianificazione della protezione civile e del coordinamento dei primi soccorsi; servizi in materia di statistica. Nel conteggio delle assegnazioni pesavano il numero delle stesse funzioni prese in carico e gli abitanti delle aree interessate. In ballo c’erano 4.716.666,67 euro. Sul territorio regionale, riceveranno il finanziamento 79 Unioni tra quelle formatesi in pianura, in montagna e in collina. Prendendo in considerazione quelle montane e collinari della provincia di Cuneo, sono ben 14 le Unioni che hanno ottenuto i contributi. Di queste, 5 come start up: cioè Unioni che, iniziando ad operare nel 2016, avranno il primo contributo per l’avvio dell’attività. In totale alla “Granda” sono stati destinati 701.666,67 euro: il 14,9 % delle risorse complessive disponibili. In cima alla graduatoria generale, con i punteggi più alti derivanti proprio dal numero di funzioni gestite, ci sono due Unioni cuneesi: la Montana dei Comuni del Monviso e la Collinare dei Comuni di Langa e Barolo, che riceveranno, ognuna di esse, la consistente cifra di 130.000 euro.
“Grazie al lavoro del vicepresidente Reschigna – sottolinea l’assessore alla Montagna, Alberto Valmaggia – attraverso questo sostegno economico vengono favorite le Unioni di Comuni, e in particolare le Unioni Montane e Collinari, che hanno presentato una proposta seria e concreta di gestione unitaria di molte funzioni fondamentali. Ogni anno, quindi, aiutiamo con risorse consistenti le realtà più virtuose”.

CONTRIBUTI ANNO 2016 ALLE UNIONI DI COMUNI MONTANI E COLLINARI IN PROVINCIA DI CUNEO
(in ordine di graduatoria)

Unione – Abitanti – Contributo
Unione Montana Comuni del Monviso – 12.268 – 130.000 euro
Comuni di cui è costituita (11): Brondello; Castellar; Crissolo; Gambasca; Martiniana Po; Oncino; Ostana; Paesana; Pagno; Revello; Sanfront
Un. Comuni Colline Langa e Barolo – 9.990 – 130.000 euro
Comuni (10): Barolo; Castiglione Falletto; Grinzane Cavour; Monchiero; Monforte d’Alba; Novello; Roddi; Roddino; Sinio, Verduno
Unione Montana Alta Langa – 19.502 – 41.666,67 euro
Comuni (38): Albaretto della Torre; Arguello; Belvedere Langhe; Benevello; Bergolo; Bonvicino; Borgomale; Bosia; Bossolasco; Camerana; Castelletto Uzzone; Castino; Cerretto Langhe; Cissone; Cortemilia; Cossano Belbo; Cravanzana; Feisoglio; Gorzegno; Gottasecca; Igliano; Lequio Berria; Levice; Mombarcaro; Monesiglio; Murazzano; Niella Belbo; Paroldo; Perletto; Pezzolo Valle Uzzone; Prunetto; Rocchetta Belbo; San Benedetto Belbo; Santo Stefano Belbo; Serravalle Langhe; Somano; Torre Bormida; Trezzo Tinella
Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta, della Langa Cebana e dell’Alta Valle Bormida – 12.123 – 36.666,67 euro
Comuni (18): Battifollo; Castellino Tanaro; Castelnuovo di Ceva; Ceva; Cigliè; Lesegno; Lisio; Mombasiglio; Montezemolo; Priero; Roascio; Rocca Cigliè; Sale delle Langhe; Sale San Giovanni; Saliceto; Scagnello; Torresina; Viola
Un. Collinare Roero: Tartufo e Arneis – 4.485 – 98.333,33 euro
Comuni (3): Montaldo Roero; Santo Stefano Roero; Vezza d’Alba
Unione Montana Valle Grana – 17.269 – 75.000 euro
Comuni (8): Bernezzo; Caraglio; Castelmagno; Cervasca; Montemale; Monterosso Grana; Pradleves, Valgrana
Unione Montana Valli Monregalesi – 3.226 – 21.666,67 euro
Comuni (5): Monastero di Vasco; Montaldo di Mondovì; Pamparato; Roburent; Torre Mondovì;
Unione Montana Valle Stura – 7.599 40.00 euro
Comuni (12): Aisone; Argentera; Demonte; Gaiola; Moiola; Pietraporzio; Rittana; Roccasparvera; Sambuco; Valloriate; Vignolo; Vinadio
Un. Castelli tra Roero e Monferrato – 3.766 – 38.333,33 euro
Comuni (3). Due nella provincia di Cuneo: Castellinaldo d’Alba; Govone. Uno in provincia di Asti: San Martino Alfieri

Starp up
Unione Montana Alpi del Mare – 19.998 – 20.000 euro
Comuni (5): Boves; Chiusa di Pesio; Peveragno; Roaschia; Valdieri
Unione Montana Mondolè – 12.448 – 20.000 euro
Comuni (5): Frabosa Soprana; Frabosa Sottana; Pianfei; Roccaforte Mondovì; Villanova Mondovì
Unione Montana Alpi Marittime – 8.814 – 20.000 euro
Comuni (5): Entracque; Limone Piemonte; Robilante; Roccavione; Vernante
Unione Montana del Monte Regale – 6.661 – 20.000 euro
Comuni (5): Briaglia; Monasterolo Casotto; Niella Tanaro; San Michele Mondovì; Vicoforte
Unione Montana Barge-Bagnolo – 13.901 – 10.000 euro
Comuni (2): Barge; Bagnolo
TOTALE – 701.666,67 euro

scroll to top