News dal territorio
Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieRiuso e rigenerazione urbana in Piemonte

Udienza in Vaticano per il Servizio nazionale di Protezione Civile

Sabato 22 dicembre Sua Santità, Papa Francesco, ha incontrato in Vaticano, presso l’Aula Paolo VI, i rappresentanti del Servizio nazionale di Protezione Civile. All’udienza erano presenti le diverse articolazioni del sistema, rappresentate dalle strutture dello Stato, dalle Regioni e Province autonome, dai Comuni, dalle organizzazioni di volontariato e dalle amministrazioni ed enti che ne costituiscono parte integrante.
Accompagnata dall’Assessore alla Protezione civile Alberto Valmaggia, era presente anche una delegazione piemontese composta da un’ottantina di volontari e da 8 funzionari del Settore Protezione e Antincendi Boschivi della Regione.

Prima dell’arrivo del Santo Padre, a partire dalle ore 9.30, gli oltre seimila partecipanti hanno vissuto un momento di ascolto e di condivisione delle attività messe in campo dal sistema nazionale della Protezione civile.

Sono stati proiettati video e ascoltate le testimonianze di diversi soccorritori appartenenti alle associazioni di volontariato e alle diverse strutture operative intervenute nel corso delle tante emergenze che hanno interessato il nostro Paese.

All’arrivo del Santo Padre è stato il capo del Dipartimento a illustrargli, l’organizzazione e le attività del Servizio, donando alla Santa Sede un ambulatorio mobile.

L’Assessore Valmaggia col Presidente nazionale degli Alpini Favero in attesa del Papa

Papa Francesco ha aperto il suo intervento rivolgendo la sua preghiera alle vittime di catastrofi naturali e di coloro che hanno sacrificato la loro vita per salvarne altre. Ha lodato la generosità dei volontari e di tutti coloro che sono impegnati in questo difficile compito, sottolineando l’importanza delle le attività di prevenzione e previsione e della formazione dei cittadini, perché sia in grado di difendere se stessi e gli altri.

In occasione di questa trasferta, anche l’Assessore Valmaggia ha ricordato “il generoso impegno dei volontari piemontesi, guidati da un costante spirito di servizio e di abnegazione. Nel ringraziarli, ha colto l’occasione per augurare loro e alle famiglie i migliori auguri di buon Natale e di un 2019 pieno di serenità”.

scroll to top