News dal territorio
Nuovo contratto dei Forestali della Regione: soddisfazione da parte dei…2 milioni e 400 mila euro di nuove risorse per…Approvato il piano straordinario di interventi di ripristino del territorioOltre 17 milioni di euro dalla Regione per garantire il…Nuove risorse della Regione ai Vigili del Fuoco VolontariCampeggio libero, per la prossima stagione estiva non cambierà nullaC’è la nuova legge regionale per la MontagnaÈ pronta la Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì”Approvati i criteri per l’assegnazione di contributi per l’efficientamento energetico…Enrico Tesio candidato della lista “Chiamparino per il Piemonte del…Valeria Anfosso candidata per la Lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvata la nuova Legge in materia di tutela, valorizzazione e…Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieIl 24 aprile Chiamparino in tour in Alta Val Tanaro…

Un successo il viaggio di studio alle istituzioni europee a Strasburgo

Il

Il viaggio a Strasburgo, organizzato da Monviso in Movimento e l’Associazione Per l’Incontro delle Culture in Europa (Apice) ha incassato un grande successo, offrendo una tre giorni, dal 30 settembre al 2 ottobre, ricca di emozioni. Hanno partecipato una cinquantina di persone: l’assessore regionale e presidente di Monviso, Alberto Valmaggia; il presidente della Provincia e sindaco di Cuneo, Federico Borgna; una decina di amministratori comunali delle più importanti città della “Granda” e un nutrito gruppo di ragazze e di ragazzi delle Scuole Superiori che, durante l’anno, hanno condiviso le attività di Monviso Giovani. Particolarmente toccante è stata la visita al Memoriale Vieil Armand di Wattwiller: luogo dove, durante la Prima Guerra Mondiale,  morirono, in una logorante battaglia di trincea, almeno 30 mila soldati francesi e tedeschi. Obiettivo? Riflettere su come era il Vecchio Continente prima di costruire l’Unione Europea e capire le conseguenze alle quali può portare un conflitto così devastante. A Strasburgo il gruppo ha potuto assistere a una seduta del Parlamento europeo, durante la quale si stava discutendo di immigrazione e Brexit in preparazione al prossimo vertice della Ue in programma il 18 e 19 ottobre. Molto interessante è stato il confronto tra i giovani e la deputata europea Mercedes Bresso, che ha toccato i principali temi di attualità. Inoltre, il gruppo dei partecipanti ha avuto l’opportunità di ascoltare alcuni interventi di approfondimento promossi da Franco Chittolina, presidente di Apice. “Sono stati giorni intensi – dice Valmaggia – durante i quali abbiamo preso ulteriormente coscienza dell’importanza di avere un’Europa unita capace di mettere insieme sensibilità e identità diverse per evitare i disastri prodotti dalle guerre del secolo scorso”.    

 

scroll to top