News dal territorio
Alberto Valmaggia: “Nel 2014 abbiamo ereditato un ente sull’orlo del…Federico Borgna si schiera con Sergio Chiamparino e sostiene la…1 milione di euro per il rinnovo dei veicoli inquinanti…L’Assessore Alberto Valmaggia: “La provincia di Cuneo, modello virtuoso nella…Federico Borgna: “Il 26 maggio diciamo due sì, uno alla…Andrea Olivero sostiene la Lista Chiamparino per il Piemonte del…“Non dobbiamo tornare indietro, ma andare avanti”Piemonte 1° in Italia nella gestione dei fondi della Cooperazione…“Una montagna di opportunità” a Paesana con la lista Chiamparino…A Roma con gli assessori delle Regioni del Bacino Padano3 milioni di euro di contributo per la stesura dei…Nuovo contratto dei Forestali della Regione: soddisfazione da parte dei…2 milioni e 400 mila euro di nuove risorse per…Approvato il piano straordinario di interventi di ripristino del territorioOltre 17 milioni di euro dalla Regione per garantire il…Nuove risorse della Regione ai Vigili del Fuoco VolontariCampeggio libero, per la prossima stagione estiva non cambierà nullaC’è la nuova legge regionale per la MontagnaÈ pronta la Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì”Approvati i criteri per l’assegnazione di contributi per l’efficientamento energetico…Enrico Tesio candidato della lista “Chiamparino per il Piemonte del…Valeria Anfosso candidata per la Lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvata la nuova Legge in materia di tutela, valorizzazione e…Franco Demaria candidato con la lista “Chiamparino per il Piemonte…Approvato il nuovo Piano regionale di Qualità dell’Aria, documento programmatico…Dalla Regione 2 milioni e 50 mila euro per rimuovere…Assegnati 2 milioni e mezzo di euro per tutte le…Visita alle istituzioni europee di StrasburgoFirmato l’accordo preliminare per il rinnovo del contratto integrativo regionale…Emergenza incendi, grazie ai volontari Aib e a tutto il…La Regione Piemonte premiata a Roma per le Associazioni FondiarieApprovata la legge regionale che istituisce circa 10mila ettari di…Indennità compensativa: stanziati 22 milioni di euro in più di…Forestali Regionali, gli interventi più significativi del 2018 nelle Valli…Operai forestali al lavoroMonviso in Movimento lancia 14 Comitati del SìEletto il nuovo direttivo di Monviso in MovimentoIl Gal “Tradizione delle Terre Occitane” presenta due anni di…Definiti i criteri per la concessione di nuovi contributi ai…Approvata la Carta Etica della montagnaApprovato il Protocollo d’Intesa per la la messa in sicurezza…La Regione riconosce un contributo per ogni pianta da tarfuto…Presentato il Calendario Outdoor della Regione PiemonteLa Regione sostiene con 35 mila euro la candidatura delle…Incontro di Monviso in Movimento a 100 anni dall’appello “A…Un milione di euro alle Unioni Montane, collinari e di…Forestali della Regione al lavoro a SampeyreDalla Regione risorse a favore delle Associazioni FondiarieAppello al voto: Domenica 26 maggio scegli di dire SìValeria Anfosso, candidata della lista “Chiamparino per il Piemonte del…

“Una montagna di opportunità” a Paesana con la lista Chiamparino per il Piemonte del Sì


Buona partecipazione, venerdì 3 maggio, alla serata “Una montagna di opportunità” organizzata a Paesana da Franco Demaria della Lista “Chiamparino per il Piemonte del Sì” a cui hanno partecipato l’Assessore Regionale alla Montagna Alberto Valmaggia, Enrico Tesio e la consigliera provinciale Milva Rinaudo.

La serata, introdotta da un interessante relazione del Vice Sindaco di Saluzzo Franco Demaria, è stata l’occasione per fare il punto sulle iniziative di sostegno alle terre alte portate avanti durante i cinque anni di mandato dal lavoro dell’Assessorato alla montagna e che si è chiuso con un impegno finanziario senza precedenti.

La programmazione regionale 2014-2019 per la montagna ha infatti ripartito concretamente  fondi europei per 328 milioni di euro (268 milioni relativi al PSR, circa 60 ai fondi Alcotra transfrontalieri Italia-Francia), risorse regionali per altri 101 milioni di euro (55 milioni per le Unioni Montane, 31 milioni per il “Sistema Neve” e 15 milioni per la sentieristica) ed sbloccato Fondi ATO, utili per il dissesto idrogeologico,  che per la Provincia di Cuneo ammontavano a oltre 20 milioni di euro. 

“Il cammino intrapreso è stato condiviso il più possibile con gli amministratori locali e i risultati sono sotto gli occhi di tutti – ha detto l’Assessore Alberto Valmaggia -. Cinque anni fa, siamo partiti da una situazione economico-finanziaria disastrosa. Dopo aver messo i conti in ordine, abbiamo cercato di dialogare con gli amministratori della montagna e abbiamo collocato le risorse a disposizione dove vi era maggiore necessità”.

Il loro utilizzo ha consentito di realizzare strade, acquedotti, infrastrutture e fabbricati d’alpeggio, piste ciclabili e pastorali, sentieri montani, ma anche aiutare Comuni nella gestione delle emergenze causate dall’alluvione 2016 ed affrontare un piano neve con un’attenzione particolare alle piccole stazioni.  

“Tra i risultati più importanti, di cui vado fiero, c’è sicuramente la trasformazione del Parco del Po cuneese in Parco del Monviso – ha continuato Valmaggia -. Poi il Testo Unico sulla montagna, approvato un mese e mezzo fa, che è stata la coronazione di un percorso, un documento valido e importante, da cui partire per programmare insieme il futuro”.

Sono poi intervenuti Sergio Beccio, Mario Anselmo (presidente dell’Unione montana Monviso) Emidio Meirone (Sindaco di Sanfront) Giacomo Lombardo (Sindaco di Ostana) e Roberto Dadone (Vice Sindaco di Sampeyre) che hanno espresso parole di apprezzamento e ringraziamento per il lavoro e la collaborazione realizzata in questi cinque anni tra gli enti locali e  la Regione Piemonte.  

Il dibattito è stato chiuso dalla consigliera provinciale Milva Rinaudo che ha sottolineato: “Penso che in questi cinque anni l’Assessore Valmaggia sia stato davvero l’anello di collegamento tra i nostri territori e le istituzioni regionali. È stata molto positiva, infatti, l’attenzione concreta della Regione nel dialogo con gli amministratori locali, speriamo che si possa continuare a lavorare in stretta sinergia, come si è fatto finora, per il bene delle nostre montagne e del nostro territorio”.

scroll to top